Cookie nel sito web SKF

Utilizziamo i cookie per offrire il meglio all'utente che naviga nei nostri siti e utilizza le nostre applicazioni web. Continuando senza modificare le impostazioni del browser, acconsenti tacitamente alla ricezione di cookie. Ad ogni modo, puoi modificare le impostazioni del browser in qualsiasi momento.

"Questo nuovo sistema di cuscinetti riduce il consumo energetico di fino al 10 percento.”

Johny Bultheel, Responsabile dello stabilimento Argex

Lavorando insieme a SKF, Argex ha aumentato l'affidabilità della fornace rotante, aumentando così la sicurezza e ha contemporaneamente ridotto il consumo energetico e i costi.

Situata in Belgio, Argex estrae circa 1000 tonnellate di argilla al giorno ed ha una capacità produttiva di 500.000 metri cubi di granuli di argilla espansa all'anno. I granuli, utilizzati principalmente come materiale edile in diverse applicazioni, vengono cotti in una fornace rotante lunga 76 metri. Questa fornace, che è la più grande d'Europa, gira continuamente, giorno e notte e lavora circa 50 tonnellate di granulato ogni ora. La fornace è riscaldata a lignite e lavora senza interruzione per due o tre mesi, dopodiché viene fermata per un periodo di manutenzione di due-quattro settimane.

La sfida

La fornace rotante è supportata da otto unità di rulli di supporto, ognuna delle quali contiene due cuscinetti. Finora, essi erano dotati di boccole o cuscinetti a strisciamento, ma era necessaria una soluzione migliore. "Il motivo principale è il problema di sicurezza che deriva dall'inaffidabilità dei cuscinetti a strisciamento", spiega Johny Bultheel, responsabile dello stabilimento di Argex. "Quando ri-avviamo la fornace dopo avere sostituito il rullo di supporto, è necessario che i cuscinetti siano perfettamente allineati. Se l'allineamento non è eseguito con la massima precisione, la lubrificazione non funziona correttamente e il lubrificante può scaldarsi e incendiarsi."

Nello stabilimento Argex ci sono stati, nel recente passato, due incendi di rulli, causati da disallineamento delle boccole. A volte il surriscaldamento avviene immediatamente, altre volte possono passare settimane prima che il problema sia scoperto. In ogni caso, è necessario arrestare la produzione per eseguire le regolazioni. Ad aggravare il problema, le conoscenze necessarie per la regolazione dei vecchi tipi di cuscinetti a strisciamento spariscono con l'avvicendamento nel tempo del personale.

La soluzione

Argex ha deciso di sostituire le unità di rulli di supporto, cominciando con un primo set di due, e ha chiesto a SKF di trovare una soluzione più semplice e affidabile. Il progetto è cominciato nel 2008 sotto la supervisione di George Cant, del dipartimento di manutenzione. La fase di studio è stata piuttosto lunga, poiché è stato chiesto a SKF di fornire non solo i cuscinetti, ma anche i rulli di supporto, gli alloggiamenti e le piastre di base, con le dimensioni esattamente uguali a quelle della soluzione precedente, per minimizzare i costi e facilitare l'installazione. Le nuove unità di rulli di supporto, che pesano 23 tonnellate l'una e sono dotate di un sistema di lubrificazione automatico, sono state installate nell'agosto del 2010.

Valore aggiunto per il cliente

"Abbiamo chiesto a SKF una soluzione più semplice e affidabile", dice Bultheel. "Un ulteriore incentivo per la conversione ai cuscinetti a rulli è stato il consumo energetico. Cercavamo una soluzione più moderna con un sistema di lubrificazione migliore, che provoca meno attrito e quindi riduce i costi. Questo nuovo sistema di cuscinetti riduce il consumo energetico di fino al 10 percento. Tutto è andato per il meglio, e i cuscinetti hanno funzionato perfettamente."

Argex sta pensando di sostituire il secondo set di unità di rulli di supporto sulla fornace rotante.

Argex ci ha sfidato. Ora è il vostro turno.

Guardate i risultati dei clienti che collaborano con una SKF Solution Factory.

SKF logo