Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

cookie_information_popup_text_2[77]

Unità cuscinetto di terza generazione

Un'onda nuova e più compatta negli anni '80

HBU 3
Nei primi anni '80 era ancora in crescita la domanda di design sempre più stretti – le case automobilistiche volevano componenti ancora più leggeri, più compatti ed economicamente efficienti. In risposta a tali richieste furono sviluppate le HBU3, che incorporavano una flangia nell'anello fisso e una in quello rotante del cuscinetto. Un piccolo anello interno rotante venne montato su quello interno della flangia rotante per aumentare al massimo la capacità di carico. Oggi le HBU3 aiutano i produttori del settore a raggiungere molteplici obiettivi in termini di efficienza, grazie alla riduzione di peso, rumorosità, vibrazioni, costi di montaggio e di sistema.

Applicazioni delle ruote motrici e folli per autovetture di dimensioni medio-grandi

Nelle applicazioni HBU3 più comuni, disco o tamburo del freno e ruota sono montati sulla flangia rotante. In molti casi, questa flangia rotante è lavorata dopo il montaggio del cuscinetto al fine di ottenere tolleranze molto basse di oscillazione laterale e contribuire ad abbattere vibrazioni e rumore durante la frenata.

Un sistema cuscinetto ruota completamente integrato

Le HBU3 sono dotate di un cuscinetto obliquo a due corone di sfere con anelli e gruppi sfere appaiati per garantire il gioco assiale o precarico richiesto. Gli angoli di contatto sono ottimizzati per ottenere il precarico specifico e sopportare speciali condizioni di carico delle ruote

Nelle unità HBU3 di ultima generazione, una formatura orbitale post-assemblaggio consente di ottenere il precarico assiale richiesto dopo il montaggio sul veicolo, indipendentemente dalle condizioni di assemblaggio finali del veicolo stesso.

Caratteristiche principali

  • Anelli flangiati progettati come componenti strutturali leggeri
  • Piste dell'anello esterno temprate a induzione
  • Schermate a vita con grasso a elevate prestazioni, specifico per l'applicazione
  • Flange fissa e rotante robuste con fori filettati o con bulloni e un centraggio per il freno e la ruota
  • Possibilità di rivestire le flange per evitare la corrosione galvanica con i componenti di accoppiamento
  • Per le ruote motrici sono disponibili varie esecuzioni alternative.
  • Disponibili con anello a impulsi ABS montato sull'anello rotante

HBU3.2T per le applicazioni delle ruote folli negli autocarri leggeri

Le HBU3.2T stanno diventando la scelta preferenziale per le applicazioni delle ruote folli degli autocarri leggeri. Esternamente simili alle HBU3, le HBU3.2T sono dotate di cuscinetto conico obliquo a due corone. Le HBU3.2T rappresentano una soluzione alternativa a cuscinetti conici singoli, HBU1T in caso di articolazioni in alluminio o lega leggera, HBU2T e perno di banco.
SKF logo