Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

SKF aiuta la metropolitana di Barcellona a passare a un approccio orientato a migliorare la qualità del servizio con le sue soluzioni di condition monitoring

  • Caso

    2019 Luglio 03, 14:00 CET

    Sensori montati sui treni rilevano in tempo reale le condizioni delle ruote e l'interazione con le rotaie, per identificare i problemi più rapidamente e consentire agli operatori di ottimizzare la programmazione e l'esecuzione delle attività di manutenzione sui binari.

    Göteborg, Svezia, 3 luglio 2019: Da oltre un secolo gli abitanti di Barcellona utilizzano la metropolitana per spostarsi in città. Nelle ore di punta, 150 treni trasportano i passeggeri tra le 158 stazioni della rete a otto linee, che collega il centro di Barcellona con sette comuni limitrofi.

    Analogamente a molti altri sistemi di trasporto in tutto il mondo, la rete metropolitana di Barcellona opera in un contesto in cui la domanda è in costante crescita. Nel 2018, il sistema ha operato 407,5 milioni di viaggi, un aumento di 17,1 milioni (4,4%) rispetto all'anno precedente. A Barcellona, la domanda globale per mezzi di trasporto pubblico che circolano in città e dintorni ha già superato il livello che si prevedeva avrebbe raggiunto nel 2020.1

    Per gli operatori del settore, come la Transports Metropolitans de Barcelona (TMB), un tale aumento si traduce nell'esigenza di aumentare costantemente l'affidabilità e il tempo di funzionamento dei treni in servizio a costi contenuti. La TMB ha sempre accolto con favore soluzioni innovative finalizzate a raggiungere questi obiettivi: tre linee della rete operano già con treni completamente automatizzati e la TBM sta portando avanti anche un ambizioso progetto per treni digitalizzati.

    L'ultima soluzione all'avanguardia, che sarà introdotta a breve nella rete, è un nuovo sistema sviluppato per aumentare il comfort dei passeggeri e, al contempo, contribuire a migliorare la gestione delle infrastrutture in termini di attività di manutenzione e rinnovo delle rotaie. L'usura impone un pesante dazio sulle reti ferroviarie più trafficate. Le rotaie o ruote usurate sono causa di viaggi disagevoli per i passeggeri per via dei sobbalzi e, a lungo termine, devono essere riparate o sostituite.

    Per mantenere le rotaie in buone condizioni, la metropolitana di Barcellona adottava un approccio basato su una combinazione di ispezioni manuali e manutenzione programmata. Benché consolidato, un tale approccio risulta piuttosto costoso. Le ispezioni si possono effettuare solo con i treni fermi e per eseguire le attività di manutenzione è necessario mettere fuori servizio il materiale rotabile o chiudere le linee per periodi prolungati.

    Quindi, alla fine del 2018, la rete metropolitana ha deciso di provare un approccio differente. Ha installato su uno dei suoi treni commerciali standard il sistema di condition monitoring Multilog IMx-Rail SKF. Si tratta di un pacchetto indipendente di sensori ed elettronica che elaborano e trasmettono i dati di servizio. Il sistema è montato sotto il carrello di una delle carrozze del treno. Durante il funzionamento, l'unità misura e registra segnali di accelerazione e vibrazioni, quindi elabora questi dati e trasmette wireless tutte le informazioni a un centro di acquisizione di back-office, che attiva le misure necessarie in relazione alle informazioni ricevute.

    Infine, un sistema software dedicato, anch'esso fornito da SKF, utilizza algoritmi intelligenti per analizzare i dati del sensore, oltre alle informazioni sulla posizione del treno e le condizioni di esercizio. Il sistema software, noto come “@ptitude Observer”, identifica, localizza e registra accuratamente eventuali anomalie sulle rotaie che potrebbero causare usura o danni alle ruote dei treni, disagi per i passeggeri o rumorosità su un tratto specifico dei binari. Lo staff addetto alla manutenzione della metropolitana può quindi utilizzare le informazioni per richiedere un'ispezione più accurata dell'area delle rotaie interessata.

    “Siamo sempre alla ricerca di alternative migliori che ci consentano di rendere la rete più sicura, affidabile e conveniente”, spiega Fernando Vaquero Granados, un ingegnere che si occupa del materiale rotabile alla TMB. "Tecnologie come il Multilog IMx-Rail ci aiuteranno a identificare i problemi più rapidamente e programmare in maniera più efficiente le ispezioni e le attività di manutenzione”.

    Oltre ad aiutare gli operatori a determinare le condizioni di ruote e rotaie, il Multilog IMx-Rail è stato messo a punto anche per identificare le vibrazioni causate da altri problemi sul treno, come cuscinetti difettosi o guasti. Altri operatori in tutto il mondo stanno già applicando questo approccio per evitare guasti e ottimizzare i programmi di manutenzione per le loro flotte di treni.

    Aktiebolaget SKF
    (publ)

    Per ulteriori informazioni, si prega di contattare:
    Ufficio stampa: Giampaolo Desderi, +39 0119852510, +39 335 470411; giampaolo.desderi@skf.com

    SKF è un fornitore leader a livello mondiale di cuscinetti, tenute, meccatronica, sistemi di lubrificazione e servizi, tra cui assistenza tecnica, servizi di manutenzione, consulenza ingegneristica e formazione. SKF è presente in oltre 130 paesi e vanta circa 17.000 punti di distribuzione in tutto il mondo. Nel 2017 le vendite del Gruppo sono state pari a 77.938 milioni di corone svedesi. I dipendenti erano 45.678. www.skf.com


    ® SKF è un marchio registrato del Gruppo SKF.

  • Immagine

Scarica la cartella stampa

SKF logo