Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

cookie_information_popup_text_2[77]

Impiego di prodotti chimici e conformità alla normativa pertinente

Negli anni, la SKF si è impegnata attivamente per ridurre l'impiego di sostanze chimiche nocive in produzione. Le sostanze chimiche non solo hanno un impatto sull'ambiente, se manipolate in maniera inadeguata durante lo smaltimento dei prodotti che le contengono, ma l'uso di tali sostanze nei processi di produzione può anche ripercuotersi negativamente sulla salute dei dipendenti, come nel caso dei vapori di composti organici volatili (COV).

La SKF ha espressamente dichiarato che nei suoi prodotti non saranno impiegate le sostanze pericolose riportate nella lista GADSL (Global Automotive Declarable Substance List), quelle classificate come "rischiose" dalla normativa REACH e quelle contenute nella lista SIN, in concentrazioni superiori allo 0,1% (in peso). Infatti, le Linee guida per la progettazione sostenibile di SKF offrono un metodo per integrare aspetti ambientali fondamentali come riciclaggio, requisiti di legge e biodegradabilità nel processo di progettazione e sviluppo dei nostri nuovi prodotti.

Come gestiamo le sostanze chimiche?

  • Solventi e composti organici volatili (COV)
    Impiego di solventi: riduzione del 50% in termini assoluti

    Dopo aver raggiunto il precedente obiettivo di riduzione del 25% dell'impiego di solventi nel 2007 (rispetto al 2002), la SKF ha stabilito un nuovo obiettivo per un'ulteriore riduzione del 50% in termini assoluti entro il 2012 (rispetto al livello del 2007).

    Anche se sono stati fatti importanti progressi (una riduzione di circa 700 tonnellate dal 2007), nel 2012 sono state impiegate 966 tonnellate di composti organici volatili, COV, ovvero la riduzione ottenuta è stata pari soltanto al 42%. L'obiettivo di riduzione del 50% è stato quindi esteso al 2016.

    Le nostre prestazioni sono documentate nella sezione Monitoraggio e comunicazione delle prestazioni.
  • Bifenili policlorurati (PCB)
  • Sostanze lesive dell'ozono (ODS)
  • REACH
SKF logo