Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

Storia della SKF in Italia

Ridurre attrito e costi. Risparmiare energia e tempo. Leggi la seguente cronologia di eventi per scoprire in che modo le conoscenze della SKF hanno contribuito all'evoluzione di diversi settori industriali dal 1907.

Nelle pagine che seguono troverete un breve excursus storico sulla SKF in Italia.

  • 1906-1929
  • 1930-1959
  • 1960-1999
  • 2000-Oggi
  • 1906 - 1929
    Villar Perosa factory 1906 0901d196803da7af
    SKF in breve:

    Dati mondiali.

    Fatturato nel 1919 globale:
    100 milioni di corone svedesi

    Dipendenti:
    14.000

    Villar Perosa factory 1906

    Primo schizzo di Sven Wingquist del 1907

    Villar Perosa factory 1906

    Nel 1906 apre a Torino la RIV, nello stabilimento FIAT

    Villar Perosa factory 1906

    Cuscinetti SKF, 1921

    • Era il 1906...


      È all'alba del XX secolo che due aziende separate da un intero continente ma unite dai medesimi obiettivi, vedono la luce in Italia e in Svezia. La RIV di Villar Perosa (TO), e la SKF di Göteborg iniziano approssimativamente nel medesimo periodo a realizzare cuscinetti per tutta l'industria, allora in forte sviluppo.


      1906

      La FIAT partecipa ad una esposizione-competizione per costruttori di automobili a Berlino; per partecipare a questa manifestazione è però necessario che tutti i componenti dell’auto siano fabbricati nel paese dell’azienda partecipante. Alla FIAT mancano solo i cuscinetti a sfera, che sono già costruiti in Francia e in Germania ma non in Italia. Il “Senatore” viene a contatto con il progettatore italiano del cuscinetto, l'ingegner Roberto Incerti, meccanico costruttore di biciclette che possiede due piccole aziende familiari. Viene quindi aperta a Torino, in Via Marocchetti 6, la società RIV che ha come denominazione ufficiale Roberto Incerti & C. Villar Perosa, fabbrica di cuscinetti a sfere e sfere d’acciaio e per il momento trova spazio in via sperimentale nello stabilimento Fiat di Corso Dante con una manodopera iniziale di 23 operai. Il nome RIV infatti deriva dal nome dell'ingegner Roberto Incerti (RI), unito alla "V" di Villar Perosa, paese in cui è stata costruita la prima officina.


      1907

      Nasce a Villar Perosa il primo vero e proprio stabilimento RIV. La scelta del luogo è determinata sia da fattori sentimentali (Giovanni Agnelli senior era nato lì) sia da fattori economici: Villar Perosa è un piccolo paese all’inizio della Val Chisone, servito da una buona rete stradale e ferroviaria e una posizione che ha permesso la creazione di centrali idroelettriche adatte a sopportare un’attività industriale di quella portata. Lo stabilimento si estende su un’area iniziale di 6250 metri quadrati ed ha 180 dipendenti. Contestualmente viene costruito il Municipio di Villar Perosa e le case operaie: il paese cresce insieme alla fabbrica, che presto raggiunge una produzione annua di 20000 cuscinetti.


      1911

      I dipendenti diventano 340 e la produzione annua raggiunge i 200.000 pezzi. Sempre nello stesso anno entra in funzione il primo reparto per la fabbricazione delle sfere che permette alla RIV una propria autonomia produttiva.


      1919

      La RIV si rende autonoma dalla FIAT e si costituisce in Società Anonima assumendo la denominazione di RIV Officine di Villar Perosa, nella quale comunque la famiglia Agnelli ha ancora delle partecipazioni


      1922

      La RIV acquista la fabbrica torinese di automobili "Rapid", e sulla sua area inizia a costruire un altro moderno stabilimento, che verrà inaugurato nel 1924. Nel contesto viene costruito un asilo dedicato ai figli dei dipendenti e le case popolari per i dipendenti.


  • 1930 - 1959
    UK History War 1945 0901d196801eeaf5
    SKF in breve:

    Dati mondiali.

    Fatturato nel 1959:
    1.900 milioni di corone svedesi

    Dipendenti:
    45.000

    SKF di Göteborg, Svezia

    SKF di Göteborg, Svezia

    Villar Perosa factory 1906

    Lo stabilimento di Villar Perosa

    • 1930

      Nasce la Scuola Professionale di Villar Perosa (TO), oggi Consorzio per la Formazione Interaziendale della Val Chisone.


      1939

      Viene aperto lo stabilimento di Apuania, ovvero di Massa. Il primo cuscinetto esce nel 1943.


      1943

      Ad ottobre i macchinari dello stabilimento di Massa vengono trasferiti a Villar Perosa (TO) in quanto Massa viene occupata dalle truppe naziste. Si spostano anche alcuni operai e la produzione viene trasferita nel sito di Villar Perosa. Alcuni dipendenti restano a Massa ma a fine anno si perderanno i contatti tra lo stabilimento e la casa madre.


      1944

      Lo stabilimento di Torino viene bombardato ripetutamente, come quello di Villar Perosa (TO), che viene completamente distrutto insieme al padiglione delle Esercitazioni Pratiche della Scuola Professionale.


      1946

      Immediatamente dopo la guerra, inizia la ricostruzione dello stabilimento di Apuania (oggi Massa), che sarà interamente ricostruito entro il 1947 e nel 1950 avrà 104 persone occupate al suo interno.


      1955 - 1956

      A Torino viene costruito il nuovo palazzo uffici della Sede Centrale. Si tratta di un grande palazzo sito in via Mazzini sulla riva del Po, che rappresenterà per diversi anni l'immagine dell'azienda di cuscinetti in Italia.


      1956

      Nasce a Cassino, in provincia di Frosinone, il primo stabilimento RIV del sud Italia, una tra le prime iniziative industriali nel Mezzogiorno di un'azienda operante nel nord. I primi cuscinetti usciranno da questo stabilimento nel 1959.


      1959

      Viene costruito lo stabilimento di Pinerolo, in provincia di Torino.


  • 1960 - 1999
    Massa 0901d196801df112
    SKF in breve:

    Dati mondiali.

    Fatturato nel 1999:
    36.700 milioni di corone svedesi

    Dipendenti:
    41.000

    Massa

    Lo stabilimento di Massa

    Un tipico annuncio pubblicitario dei primi anni '60

    • 1961

      Comincia la costruzione della prima parte dello stabilimento di Airasca, in provincia di Torino, destinato a sostituire quello di via Nizza.


      1965

      La RIV entra nel Gruppo SKF assumendo la denominazione di "RIV-SKF Officine di Villar Perosa S.p.A.". L'accordo tra l'azienda svedese e quella italiana prevede l'acquisizione da parte del gruppo svedese dei 2/3 del capitale azionario della società italiana.


      1967

      Viene fatto un primo ampliamento allo stabilimento di Airasca.


      1968

      Viene ampliato lo stabilimento di Cassino, installando un reparto per la lavorazione delle boccole ferroviarie. Nascono a Cassino le prime linee integrate.


      1968

      Nasce l'officina 2 nello stabilimento di Massa.


      1969

      Viene firmata la convenzione per la cessione del territorio per costruire una nuova unità produttiva nel sud Italia. Si tratta di Bari. La produzione inizierà nel 1972.


      1972

      Viene aperto lo stabilimento "avio - precisi" di Villar Perosa. Sempre nel medesimo anno si sostituisce la CMEC S.p.A., società commerciale a totale partecipazione RIV-SKF, che nel 1986 diventerà la "SKF Componenti Industriali S.p.A.".


      1973

      Entra in funzione la mensa aziendale nello stabilimento di Massa.


      1974

      Si costituisce la RFT S.p.A., presso lo stabilimento RIV-SKF di Varese, per la costruzione di articoli tecnici di alta precisione.


      1974 - 1976

      Viene costruito ad Airasca il magazzino prodotti, che copre un'area di 27.000 m2.


      1976

      Presso lo stabilimento di Cassino viene inaugurata una nuova unità produttiva di boccole ferroviarie.


      1977

      Ampliamento dello stabilimento di Massa. Nello stesso anno, presso Milano, sorgono il magazzino periferico e la filiale vendita Milano 2.


      1980

      La RIV-SKF Officine di Villar Perosa S.p.A. diventa holding e coordina della nuova società RIV-SKF Industrie S.p.A., della RFT-RIV FIRGAT S.p.A. e della CIMEC S.p.A..


      1988

      La RIV-SKF acquisisce il nome di una sola delle due case madri e diventa SKF Industrie S.p.A., a dimostrazione del fatto che la collaborazione tra l'azienda italiana e quella svedese è stata proficua. A partire da questo momento la storia ed i successi della RIV si fondono con quelli di tutto il Gruppo.


      1993

      Introduzione nella produzione dell’unità cuscinetto per mozzi ruota 3 (HBU 3) che viene dotata di un sensore per essere utilizzata nel sistema frenante ABS.


      1994

      SKF apre un nuovo magazzino centrale a Tongeren, Belgio, denominato SKF European Distribution Centre (Centro di distribuzione europea SKF).


      1995

      Viene lanciato sul mercato un cuscinetto volvente completamente nuovo: il cuscinetto toroidale a rulli CARB®. Il Gruppo SKF vanta a ques'epoca 90 stabilimenti distribuiti su tutto il territorio mondiale.


      1997

      SKF ottiene la certificazione ISO 14001, standard internazionale per la difesa dell'ambiente.


      1999

      Introduzione sul mercato di una nuova generazione di cuscinetti a rulli sferici: la serie Explorer. Nello stesso anno viene lanciato il portale Endorsia.com, mercato basato sulla rete internet.


  • 2000 - oggi
    Airasca (TO) 0901d196801df111
    SKF in breve:

    Dati mondiali.

    Fatturato nel 2017:
    77.938 milioni di corone svedesi

    Dipendenti:
    45.678

    Centenario SKF

    Nel 2007 la SKF celebra il suo primo centenario

    Nel 2012 SKF inaugura la nuova Solution Factory di Moncalieri (TO)

    Nel 2012 SKF inaugura la nuova Solution Factory di Moncalieri (TO)

    Ezio Miglietta

    L'attuale amministratore delegato Ezio Miglietta

    • 2000

      Viene creata una joint venture per la produzione e la vendita di sfere in acciaio al cromo per cuscinetti a sfera e altri prodotti. L'accordo è firmato con la società tedesca FAG Kugelfischer Georg Schafer AG e la società americana NN Ball and Roller Inc.


      2001

      È l'anno dell'affermazione sul mercato dele cuscinetto toroidale CARB® come standard industriale per fonditrici a colata continua nel settore metallurgico. Nel medesimo anno il gruppo SKF acquisisce la Gamfior S.p.A., azienda torinese leader nella produzione di mandrini a motore e viti a ricircolo di sfere ad alta precisione per macchine utensili. Al Motor Show di Ginevra viene presentato il prototipo della FILO, automobile basata sulla tecnologia drive-by-wire, sviluppata congiuntamente da SKF e la carrozzeria Bertone.


      2002

      Il programma SKF Reliability Systems si espande e introduce @ptitudeTM, un sistema per il supporto delle decisioni relative alla manutenzione, volto a migliorare l’affidabilità degli impianti per i clienti utenti finali. Nello stesso anno si espande la linea dei cuscinetti SKF classe Explorer fino a includere cuscinetti a rulli cilindrici e cuscinetti obliqui a sfere. Ancora, la General Motors sceglie il sistema di controllo by-wire di SKF per il suo Hy-wire, il primo prototipo di veicolo guidabile a pile combustibili.


      2003

      Tom Johnstone viene nominato nuovo CEO del Gruppo


      2004

      Viene acquisita una società leader mondiale nei sistemi di lubrificazione. Si tratta della Willy Vogel AG, di cui fa parte la Berger Vogel srl, con sede a Milano.


      2006

      SKF consegue la certificazione OHSAS 18001, per la prima volta data ad un Gruppo internazionale del settore dei cuscinetti. Viene acquisita una società di casa madre francese, operante nell'ambito delle applicazioni aeronautiche e le machine utensili. Si tratta della SNFA SAS, di cui fa parte anche la Somecat Spa, con sede a Pianezza (TO).
      Lo stabilimento OMVP di Villar Perosa (Torino) festeggia i 100 anni dalla fondazione.


      2007

      Il Gruppo SKF compie 100 anni. Grandi festeggiamenti in tutti gli stabilimenti. Il Gruppo acquisisce diverse società in svariati paesi nel mondo. Viene venduta la produzione di anelli forgiati che aveva sede a Lüchow in Germania. Tra i nuovi prodotti e servizi lanciati c'è una nuova gamma di cuscinetti ad efficienza energetica ingrado di ridurre l'attrito di circa il 30%; SKF Agri Hub, un cuscinetto per applicazioni su macchinari agricoli che no necessita di rilubrificazione; SKF Client Needs Analysis- Energy and Sustainability, uno strumento usato via web nelle operazioni industriali.


      2008

      Acquisite diverse società in diverse parti del mondo. La SKF viene inclusa nei primi posti della Disclosure Leadership Index. Viene estesa la gamma dei cuscinetti ad efficienza energetica con l'aggiunta di cuscinetti orientabili a sfere e a rulli. Alla luce dell'indebolimento della domanda la SKF annuncia che entro la fine dell'anno verranno ridotti la capacità lavorativa e i costi.


      2009

      La parte relativa alla produzione delle viti a ricircolo di sfere della SKF BSS S.p.A. viene trasferita alla Transrol di Chambéry. In Italia restano i servizi di revisione dei mandrini ed elettromandrini.


      2011

      La SKF cede il 100% delle azioni della società italiana "Officine Meccaniche Villar Perosa SpA" (OMVP), il primo insediamento produttivo in Italia, specializzato nell'attività di fucinatura, al Gruppo Neumayer Tekfor. La vendita dello stabilimento di Villar Perosa è in linea con la strategia SKF tesa a dismettere la produzione di componenti che non rientrano nel core business.  


      2012

      Lo stabilimento SKF di Airasca compie 50 anni.
      SKF Industrie inaugura la nuova Solution Factory di Moncalieri (TO). 


      2014

      Fusione per incorporazione della RIV-SKF Officine di Villar Perosa S.p.A. nella SKF Industrie S.p.A.


      2015

      Alrik Danielson viene nominato nuovo CEO del Gruppo.
      Ezio Miglietta viene nominato Amministratore delegato di SKF Industrie S.p.A. in seguito alle dimissioni di Aurelio Nervo, che mantiene la carica di Presidente. 


      2016

      Il 4 novembre viene inaugurata una nuova ala dello stabilimento SKF di Villar Perosa.
      Lo stabilimento SKF di Cassino compie 60 anni.

      SKF lancia l’SKF Studentour, un lungo viaggio attraverso la penisola per incontrare gli ingegneri del domani e presentare alcuni dei principali prodotti e soluzioni tecnologiche di SKF.

      2017
      La nuova ala dello stabilimento SKF di Villar Perosa ottiene la certificazione LEED Gold, che definisce un insieme di standard in ambito ecosostenibile: è il primo edificio SKF in Italia a ottenere tale riconoscimento.
      SKF e Scuderia Ferrari festeggiano il 70esimo anniversario della collaborazione tecnica e commerciale.

SKF logo