Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

cookie_information_popup_text_2[77]

Design e varianti

Questi cuscinetti, tipicamente, presentano una superficie esterna (convessa) di forma sferica e un anello interno maggiorato (fig. 1) e sono dotati di dispositivi di fissaggio differenti. Le diverse serie dei cuscinetti si distinguono per il sistema di fissaggio sull'albero:
  • con viti di pressione (fig. 2)
  • con collare eccentrico di fissaggio‎ (fig. 3)
  • con sistema SKF ConCentra (fig. 4)
  • con bussola di trazione (fig. 5)
  • fissaggio con interferenza (fig 6)
I cuscinetti con un anello interno maggiorato su ambo i lati possono operare in maniera più fluida, poiché l'inclinazione sull'albero è ridotta.
La gamma standard di cuscinetti SKF presentata in questa sezione comprende anche varianti per applicazioni specifiche, tra cui:
Cuscinetti con viti di pressione
  • sono idonei per applicazioni con direzione di rotazione sia costante, sia alternata
  • vengono fissati sull'albero serrando le due viti di pressione con incavo esagonale e punta a coppa dell'anello interno, che sono disposte a 120° di distanza

Cuscinetti con design base

  • sono disponibili con anello interno maggiorato su un lato (fig. 7, serie YAT 2)
  • sono disponibili con anello interno maggiorato su ambo i lati (fig. 8, serie YAR 2)
  • sono protetti su ambo i lati (→ Soluzioni di tenuta) con:
    • una robusta tenuta standard (→ Tenute standard) per i cuscinetti della serie YAT 2
    • robuste tenute standard e di un anello centrifugatore supplementare liscio in lamiera d'acciaio (→ Tenute standard con anelli centrifugatori supplementari, suffisso 2F nell'appellativo) o un anello centrifugatore in lamiera d'acciaio gommato (→ Tenute multiple, suffisso 2RF nell'appellativo) per i cuscinetti della serie YAR 2
  • nella versione standard, sono dotati di due fori di lubrificazione nell'anello esterno, uno su ogni lato, a 120° di distanza
  • su richiesta, si possono fornire senza fori di lubrificazione (suffisso W nell'appellativo)
Per i macchinari agricoli che operano in condizioni di esercizio gravose, come mietitrebbia, pressaballe, macchine per la raccolta ed erpici a dischi, SKF ha sviluppato i cuscinetti serie YARAG 2 (fig. 9). Questi cuscinetti:
  • sono dotati di una tenuta a 5 labbri brevettata (→ Soluzioni di tenuta, tenute a 5 labbri)
  • sono forniti senza fori di lubrificazione nell'anello esterno

Cuscinetti con anelli zincati

  • sono destinati all'impiego in ambienti corrosivi
  • sono disponibili con anello interno maggiorato su ambo i lati ( serie YAR 2..-2LPW/ZM)
  • sono dotati di viti di pressione in acciaio inossidabile
  • sono dotati su ambo i lati di una tenuta brevettata (→ Soluzioni di tenuta, Tenute a canali concentrici e anelli centrifugatori) in gomma approvata per il settore alimentare con un inserto e un anello centrifugatore entrambi in acciaio inossidabile
  • sono riempiti con grasso approvato per il settore alimentare
  • non sono muniti di fori di lubrificazione

Cuscinetti con sfere in acciaio inossidabile

  • sono destinati all'impiego in ambienti corrosivi
  • sono disponibili con anello interno maggiorato su ambo i lati (serie YAR 2..-2LPW/SS)
  • tutti i componenti in acciaio di questi cuscinetti sono in acciaio inossidabile, compresi anelli, sfere, parti metalliche di tenute e anelli centrifugatori e viti di pressione
  • sono dotati su ambo i lati di una tenuta a canali concentrici brevettata (→ Soluzioni di tenuta, Tenute a canali concentrici e anelli centrifugatori) in gomma approvata per il settore alimentare con un inserto e un anello centrifugatore entrambi in acciaio inossidabile
  • sono riempiti con grasso approvato per il settore alimentare
  • non sono muniti di fori di lubrificazione
  • offrono una capacità di carico dinamico inferiore rispetto a quelli in acciaio al carbonio cromo delle stesse dimensioni
Cuscinetti con collare eccentrico di fissaggio
  • sono destinati ad applicazioni in cui il senso di rotazione è costante
  • sono dotati di un gradino eccentrico su un lato dell'anello interno maggiorato per consentire l'impiego del collare di fissaggio, che è:
    • zincato per cuscinetti con foro metrico
    • ossidato nero per cuscinetti con foro in pollici
  • vengono fissati sull'albero ruotando il collare nel senso di rotazione; un'ulteriore vite di pressione assicura il collare all'albero
  • sono disponibili con anello interno maggiorato su un lato (fig. 10, serie YET 2)
  • sono disponibili con anello interno maggiorato su ambo i lati (fig. 11, serie YEL 2)
  • sono protetti su ambo i lati (→ Soluzioni di tenuta) con:
    • una robusta tenuta standard (→ Tenute standard) per i cuscinetti della serie YET 2
    • robuste tenute standard e di un anello centrifugatore supplementare liscio in lamiera d'acciaio (→ Tenute standard con anelli centrifugatori supplementari, suffisso 2F nell'appellativo) o un anello centrifugatore in lamiera d'acciaio gommato (→ Tenute multiple, suffisso 2RF/VL065 nell'appellativo) per i cuscinetti della serie YEL 2
  • nella versione standard, sono dotati di due fori di lubrificazione nell'anello esterno, uno su ogni lato, a 120° di distanza
  • su richiesta, si possono fornire senza fori di lubrificazione (suffisso W nell'appellativo)
Per i macchinari agricoli che operano in condizioni di esercizio gravose, come mietitrebbia, pressaballe, macchine per la raccolta ed erpici a dischi, SKF ha sviluppato i cuscinetti serie YELAG 2 (fig. 12). Questi cuscinetti:
  • sono dotati di una tenuta a 5 labbri brevettata (→ Soluzioni di tenuta, tenute a 5 labbri)
  • sono forniti senza fori di lubrificazione nell'anello esterno
Cuscinetti SKF ConCentra
  • sono idonei per applicazioni con direzione di rotazione sia costante, sia alternata
  • offrono un sistema di fissaggio del cuscinetto sull'albero semplice, veloce e affidabile anche in applicazioni in presenza di carichi pesanti e/o velocità elevate.
  • permettono di raggiungere la massima velocità, anche se si utilizzano alberi commerciali
  • sono dotati di anello interno maggiorato simmetricamente su ambo i lati (fig. 13, serie YSP 2)
  • integrano la tecnologia di fissaggio brevettata SKF ConCentra, che si basa sul concetto di dilatazione e contrazione delle due seguenti superfici di accoppiamento, dotate di dentellature di precisione:
    • foro cuscinetto
    • superficie esterna della bussola a gradini
  • consentono un fissaggio veramente concentrico sull'albero, perché quando le viti di pressione vengono serrate nel collare di montaggio, l'anello interno viene spostato assialmente rispetto alla bussola a gradini (fig. 14 e fig. 15), che sono forzati rispettivamente a dilatarsi e contrarsi in maniera uniforme
  • offrono livelli di rumorosità e vibrazioni più bassi e, praticamente, eliminano la ruggine da contatto
  • sono dotati di robuste tenute standard e di un anello centrifugatore supplementare liscio in lamiera d'acciaio su ambo i lati (→ Soluzioni di tenuta, Tenute standard con anelli centrifugatori supplementari)
  • nella versione standard, sono dotati di due fori di lubrificazione nell'anello esterno, uno su ogni lato, a 120° di distanza
  • su richiesta, si possono fornire senza fori di lubrificazione (suffisso W nell'appellativo)
Per i macchinari agricoli che operano in condizioni di esercizio gravose, come mietitrebbia, pressaballe, macchine per la raccolta ed erpici a dischi, SKF ha sviluppato i cuscinetti serie YSPAG 2 (fig. 16). Questi cuscinetti:
  • sono dotati di una tenuta a 5 labbri brevettata (→ Soluzioni di tenuta, tenute a 5 labbri)
  • sono forniti senza fori di lubrificazione nell'anello esterno
Cuscinetti con foro conico
  • sono idonei per applicazioni con direzione di rotazione sia costante, sia alternata
  • sono compatibili con le seguenti bussole di trazione:
    • serie H 23 per alberi metrici
    • serie HA 23 e HE 23 per alberi in pollici
  • permettono di raggiungere la massima velocità, se montati su bussola di trazione, anche se si utilizzano alberi commerciali
  • sono dotati di anello interno maggiorato simmetricamente su ambo i lati e di foro conico (conicità 1:12) (fig. 17, serie YSA 2)
  • sono dotati di robuste tenute standard e di un anello centrifugatore supplementare liscio in lamiera d'acciaio su ambo i lati (→ Soluzioni di tenuta, Tenute standard con anelli centrifugatori supplementari)
  • nella versione standard, sono dotati di due fori di lubrificazione nell'anello esterno, uno su ogni lato, a 120° di distanza
  • su richiesta, si possono fornire senza fori di lubrificazione (suffisso W nell'appellativo)
Le bussole di trazione compatibili devono essere ordinate separatamente.
Cuscinetti con anello interno standard
  • sono idonei per applicazioni in cui il funzionamento fluido costituisce un parametro operativo essenziale
  • presentano un diametro foro realizzato secondo tolleranze normali e vengono fissati sull'albero con accoppiamento con interferenza adeguato
  • presentano le stesse dimensioni e caratteristiche dei cuscinetti radiali a sfere delle serie 62 e 63, ma sono dotati di superficie esterna di forma sferica (convessa) (fig. 18, serie 17262 e 17263)
  • possono sopportare carichi assiali più pesanti rispetto ad altri tipi di cuscinetti dell'inserto
  • possono operare alle stesse velocità dei corrispondenti cuscinetti radiali a sfere schermati
  • sono protetti su ambo i lati (→ Soluzioni di tenuta) con:
    • un tenuta strisciante NBR (→ Tenute RS1, suffisso 2FRS1 nell'appellativo) come standard
    • robuste tenute standard (→ Tenute standard, suffisso 2FRS1/VP274 nell'appellativo)
  • nella versione standard, non sono dotati di fori di lubrificazione nell'anello esterno
  • possono essere forniti con due fori di lubrificazione nell'anello esterno, uno su ogni lato, a 120° di distanza (suffisso B nell'appellativo)
Soluzioni di tenuta

SKF fornisce i cuscinetti con dispositivi di protezione, schermi o tenute, su ambo i lati. Nelle applicazioni tipiche di questi cuscinetti, non sono necessarie tenute esterne supplementari. I cuscinetti sono disponibili con diverse disposizioni di tenuta, per soddisfare i requisiti di una vasta gamma di condizioni di esercizio.

Quando i cuscinetti con dispositivi di protezione operano in alcune condizioni, ad es. a velocità molto alte o temperature elevate, si possono verificare perdite di grasso tra l'anello interno e il dispositivo di protezione. Per le applicazioni in cui una tale condizioni potrebbe compromettere le prestazioni, occorre prendere opportuni provvedimenti.

Tenute standard

  • Le tenute standard prevedono una rondella in lamiera d'acciaio stampata con labbro di tenuta in NBR vulcanizzato sulla sua superficie interna (fig. 1, suffisso nell'appellativo VP274 per cuscinetti con anello interno standard, nessun suffisso per gli altri cuscinetti dell'inserto).
  • insieme alla rondella non strisciante in lamiera d'acciaio, formano una piccola luce con lo spallamento dell'anello interno per proteggere la tenuta dagli agenti contaminanti a grana grossa

Tenute standard con anelli centrifugatori supplementari

  • sono consigliate per ambienti più contaminati
  • sono formate da una tenuta standard e un anello centrifugatore liscio supplementare in lamiera d'acciaio o acciaio inossidabile (fig. 20, suffisso 2F nell'appellativo)
  • gli anelli centrifugatori sono montati con interferenza sullo spallamento dell'anello interno e migliorano considerevolmente la funzione di tenuta, senza provocare alcun aumento dell'attrito
  • sono disponibili solo per cuscinetti con anello interno maggiorato su ambo i lati

Tenute multiple

  • sono consigliate per ambienti molto contaminati
  • sono formate da una tenuta standard e un anello centrifugatore con labbro NBR vulcanizzato, che realizza la tenuta assiale contro la tenuta standard (fig. 21, suffisso 2RF nell'appellativo)
  • per ottenere un'ulteriore protezione, lo spazio tra la il labbro dell'anello centrifugatore e lo spallamento dell'anello interno viene riempito di grasso.
  • sono disponibili solo per cuscinetti con anello interno maggiorato su ambo i lati

I sistemi con tenute a canali concentrici e anelli centrifugatori

  • sono consigliati per le applicazioni in presenza di forte contaminazione da detergenti e per cui sono imposti i requisiti di sicurezza più rigorosi, come le aree di trasformazione alimentare
  • sono brevettate da SKF
  • sono formati da una tenuta contattante e un anello centrifugatore non contattante (fig. 22, suffisso 2LP nell'appellativo):
    • La tenuta prevede un inserto in lamiera in acciaio inox, un labbro radiale in NBR e canali concentrici in NBR vulcanizzati sulla superficie esterna della tenuta.
    • L'anello centrifugatore è realizzato in acciaio inox, con labbro assiale in NBR e canali concentrici in NBR vulcanizzati sulla superficie interna dell'anello.
    • L'NBR è approvato per il settore alimentare.
    • L'anello centrifugatore funge da prima barriera contro l'ingresso degli agenti contaminanti, chiudendosi assialmente contro l'anello esterno durante i lavaggi ad alta pressione.
    • I canali concentrici realizzano la funzione di contenimento e raccolta delle gocce di detergente penetrate, quindi le guidano attorno alla circonferenza e le allontanano dal cuscinetto.
  • sono disponibili solo per cuscinetti con anelli zincati e cuscinetti in acciaio inossidabile, entrambi dotati di fissaggio con viti di pressione

Tenute a 5 labbri

  • sono consigliate per ambienti estremamente contaminati, come quelli delle applicazioni del settore agricolo
  • sono brevettate da SKF
  • prevedono un inserto in lamiera d'acciaio con tenuta strisciante a 5 labbri vulcanizzata, realizzata in mescola NBR a basso attrito (fig. 23):
    • L'inserto metallico, che protegge la tenuta dagli agenti contaminanti solidi, viene mantenuto in posizione da una scanalatura nell'anello esterno del cuscinetto
    • Ogni labbro ha un design differente per consentire prestazioni di tenuta superiori nelle diverse condizioni di esercizio, compreso il disallineamento dinamico.
    • I labbri più esterno e più interno fungono da labirinti, per evitare, rispettivamente, l'ingresso di agenti contaminanti e le perdite di grasso.
    • I tre labbi interni mantengono il contatto costante con lo spallamento dell'anello interno.
  • sono disponibili solo per cuscinetti con anello interno maggiorato su ambo i lati

Tenute RS1

  • sono state inizialmente concepite per i cuscinetti radiali a sfere standard di SKF
  • sono installate in una scanalatura sull'anello esterno e realizzano la tenuta contro lo spallamento dell'anello interno, fungendo da tenute striscianti (fig. 24, suffisso 2RS1 nell'appellativo).
  • sono realizzate in NBR con rinforzo in lamiera d'acciaio

Schermi

  • sono stati concepiti per applicazioni in cui il livello di contaminazione è basso e si deve evitare l'aumento dell'attrito
  • sono installate in una scanalatura nell'anello esterno (fig. 25, suffisso VP076 nell'appellativo)
  • non sono in contatto, ma formano una stretta luce con l'anello interno
  • sono realizzati in lamiera d'acciaio
  • sono disponibili per cuscinetti dell'inserto solo su richiesta

I cuscinetti con schermi non sono indicati per applicazioni in cui acqua, vapore o umidità potrebbero penetrare nel cuscinetto.

Gabbie

Nella versione standard, i cuscinetti dell'inserto SKF sono dotati di una gabbia del tipo a scatto in PA66 rinforzata con fibra di vetro (fig. 26), nessun suffisso nell'appellativo.

Se utilizzati ad alta temperatura, alcuni lubrificanti possono avere effetti negativi sulle proprietà delle gabbie in poliammide. Per ulteriori informazioni sull'idoneità delle gabbie, fare riferimento a Gabbie.

Inserti in gomma
  • sono disponibili nella serie RIS 2 (fig. 27, tabella di prodotto)
  • si possono montare su tutti i cuscinetti dell'inserto SKF, eccetto che sui tipi con anello interno standard (serie 17262 e 17263)
  • sono destinati prevalentemente a fungere da “cuscino” per cuscinetti dell'inserto in supporti ritti in acciaio stampato
  • sono utilizzati per smorzare vibrazione rumorosità
  • consentono piccoli spostamenti dei cuscinetti nei relativi alloggiamenti per sopportare dilatazioni o disallineamenti albero di piccola entità
  • sono vincolati sull'anello esterno del cuscinetto e nel foro dell'alloggiamento (fig. 28)
  • sono realizzate in NBR
  • possono sopportare temperature di esercizio da -30 a +100 °C (da -20 a +210 °F)

Gli inserti in gomma sono disponibili come accessori e devono essere ordinati separatamente. I cuscinetti dell'inserto serie YET 2, però, possono essere forniti con inserto in gomma già montato (fig. 29). Questi prodotti sono identificati con il prefisso di serie CYS, seguito dal diametro foro del cuscinetto e dal suffisso di identificazione cuscinetto FM, ad es. il CYS 20 FM è un cuscinetto della serie YET 204 con diametro foro di 20 mm, dotato di inserto in gomma della serie RIS 204.

SKF logo