Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

Guida per la scelta del materiale per la superficie di strisciamento e il tipo di boccola

Le panoramiche comparative di seguito si possono utilizzare per una preselezione tra i diversi materiali per la superficie di strisciamento e i tipi di boccola.
Nella tabella 1 vengono confrontate le caratteristiche funzionali dei diversi tipi di cuscinetti e materiali per la superficie di strisciamento.

Nelle sezioni seguenti, tutti i tipi di boccole vengono messi a confronto in base ai rispettivi dati tecnici principali. Per informazioni e valori dettagliati, fare riferimento alle corrispondenti sezioni relative ai dati sui cuscinetti alle voci Dati sulle boccole, Dati sulle ralle reggispinta, o Dati sulle strisce.
Per ulteriori informazioni, rivolgetevi al servizio di ingegneria dell'applicazione della SKF.

Gamma di temperature ambiente

Nel diagramma 1 vengono confrontate le gamme di temperatura ambiente ammissibili per i diversi tipi di boccole e materiali per la superficie di strisciamento, in condizioni di esercizio normali. Le gamme di temperatura per le boccole in bronzo massiccio e con avvolgimento in bronzo di SKF si possono ampliare utilizzando lubrificanti speciali. 

Coefficiente d'attrito

I principali fattori che influenzano l'attrito tra materiale SKF per la superficie di strisciamento e controfaccia comprendono carico, velocità di strisciamento, ruvidezza superficiale e condizioni di controfaccia e lubrificazione. Fatta eccezione per il bronzo sinterizzato SKF, in presenza di carichi specifici pesanti a basse velocità di strisciamento si ottengono coefficienti di attrito più bassi. In condizioni estreme si possono verificare livelli di attrito sia più elevati, sia più bassi.

Nel diagramma 2 vengono confrontati i coefficienti di attrito dei diversi materiali SKF per la superficie di strisciamento in condizioni di esercizio a secco o con lubrificazione iniziale . 

Capacità di carico

La capacità di carico delle diverse boccole dipende da numerosi fattori, tra cui, carico, velocità di strisciamento e frequenza di oscillazione. Nel diagramma 3 vengono confrontati i carichi specifici sul cuscinetto dei diversi materiali SKF per la superficie di strisciamento in condizioni dinamiche e statiche.

Velocità di strisciamento

Tutti i materiali per la superficie di strisciamento utilizzati da SKF sono idonei per applicazioni con movimenti di rotazione, oscillatori e lineari. La velocità di strisciamento ammissibile per le diverse applicazioni dipende anche da carico, superficie dell'albero e grado di dissipazione del calore. Nel diagramma 4 vengono confrontate le velocità di strisciamento continue ammissibili dei diversi materiali SKF per la superficie di strisciamento.

Consigli per l'albero

Se i requisiti dell'applicazione sono moderati, si possono applicare classi di tolleranza più ampie.
La ruvidezza superficiale, spesso, ha una considerevole influenza sulla durata di esercizio. Tuttavia, una ruvidezza superiore a 0,4 mm può avere effetti negativi.
Maggiore è il carico, e maggiore deve essere il grado di durezza dell'albero. Maggiore è il rischio di incorporare agenti contaminanti, e maggiore è il grado di durezza richiesto per l'albero.
Nel diagramma 5 vengono confrontati i consigli SKF per l'albero per classi di tolleranza ISO, ruvidezza superficiale e durezza dei diversi materiali SKF per la superficie di strisciamento
SKF logo