Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

Montaggio

Per garantire una lunga durata di esercizio, il montaggio deve essere eseguito in maniera accurata e professionale. Inoltre, anche lavorare in ambienti puliti e comprendere le cause dei cedimenti prematuri dei cuscinetti possono essere di ausilio.
Verificare che la controfaccia (sede sull'albero) e gli altri componenti, come ad esempio l'alloggiamento, siano puliti, privi di bavature e di particelle abrasive. Controllare anche le condizioni dell'albero e verificare che non siano presenti spigoli vivi, bavature o difetti che potrebbero danneggiare la superficie di strisciamento delle boccole. Dopo aver pulito e controllato tutti i componenti, la boccola è pronta per essere montata.
Per montare le boccole, lisce o flangiate, SKF consiglia di utilizzare un utensile di montaggio, soprattutto nel caso di quelle in materiale composito (fig. 1) e con fibre avvolte (fig. 2). Per fare ciò, posizionare un O-ring sull'utensile di montaggio per mantenere la boccola in posizione. Spingere quindi la boccola in posizione con una pressa idraulica o meccanica, o martellando leggermente sull'utensile di montaggio. Per agevolare il montaggio di boccole di piccole dimensioni, applicare un sottile strato di olio o grasso al foro dell'alloggiamento.
Per le boccole di dimensioni maggiori, SKF consiglia di utilizzare un anello di montaggio (fig. 3), poiché consente di allineare e centrare la boccola mentre viene spinta in posizione. Per il montaggio di boccole di grandi dimensioni applicare alla sede una pasta lubrificante, come l'agente antisfregamento SKF LGAF 3E, per ridurre il rischio di ruggine da contatto e la forza necessaria al montaggio. SKF consiglia inoltre il raffreddamento prima del montaggio, soprattutto per le boccole di grandi dimensioni che richiedono una forza maggiore.
Le boccole FW devono sempre essere montate con estrema cura, per non danneggiare lo strato di strisciamento o le facciate laterali.
Per facilitare il montaggio, le boccole FW possono essere divise in due metà longitudinalmente utilizzando una mola diamantata. Per evitare temperature eccessive, che potrebbero causare la rottura delle boccole, si consiglia di applicare sufficiente liquido di raffreddamento.
Le boccole in materiale composito e con avvolgimento in bronzo che sono sottoposte a carichi pesanti, devono essere montate in modo che il giunto di testa si trovi a 90° rispetto alla zona sotto carico durante il funzionamento (fig. 4), al fine di non compromettere la loro durata di esercizio.
La posizione della scanalatura di lubrificazione per le boccole in bronzo massiccio dipende dal tipo di movimento dell'applicazione, ovvero oscillatorio o di rotazione e, nel caso di quest'ultimo, se si debba optare per la lubrificazione a olio o grasso (fig. 5).
Durante il montaggio delle ralle reggispinta, è necessario assicurare che l'armatura in acciaio si appoggi alla parete dell'alloggiamento.
Se i cuscinetti radenti in materiale composito, ad esempio le strisce, devono essere fissati nell'alloggiamento mediante un adesivo, utilizzare un adesivo adatto alle temperature di esercizio previste e verificare che sia dotato di idonee proprietà di dilatazione, resistenza all'invecchiamento, resistenza meccanica e stabilità. Se non si ha esperienza in materia di adesivi, SKF consiglia di rivolgersi al produttore per assistenza. Durante l'applicazione, operare in modo da evitare che l'adesivo venga a contatto con la superficie di strisciamento.
Le boccole in bronzo sinterizzato SKF sono impregnate di lubrificante e, pertanto, dovrebbero essere conservate nella confezione originale fino al momento del montaggio, per evitare eventuali contatti con materiali assorbenti, che potrebbero esaurire l'olio molto rapidamente.
SKF logo