Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

Design e varianti

Le strisce in materiale composito SKF per strisciamento a secco (tabella 1) offrono una soluzione economicamente vantaggiosa e compatta per la progettazione e formazione di guide lineari piane. Per le applicazioni in presenza movimenti rotatori e oscillatori sono idonee sia le strisce in PTFE composito, sia quelle in POM composito.

Strisce in PTFE composito

Le strisce in PTFE composito di SKF (fig. 1) sono autolubrificanti ed esenti da manutenzione e, in virtù del basso coefficiente di attrito, offrono una lunga durata di esercizio. Nonostante il design compatto, queste strisce possono sopportare carichi assiali pesanti e sono idonee per movimenti rotatori od oscillatori relativamente lenti. Inoltre, sono dotate di buone proprietà di stabilità dimensionale e conduttività termica.


Le strisce in PTFE composito sono formate da un'armatura in lamiera d'acciaio su cui viene sinterizzato uno strato poroso di bronzo-stagno con spessore da 0,2 a 0,4 mm (fig. 2). Inoltre, attraverso un'operazione di rollatura, i pori dello strato sinterizzato vengono riempiti con una miscela di PTFE (politetrafluoroetilene) e additivi a base di bisolfuro di molibdeno. Questo strato di strisciamento supplementare, con spessore compreso tra 5 e 30 μm, consente di combinare in modo ottimale le proprietà meccaniche dello stagno/bronzo sinterizzato e le buone proprietà di strisciamento e lubrificazione della miscela in PTFE .

Periodo di rodaggio
Durante un breve periodo di rodaggio, esigue quantità dello strato di di rivestimento in materiale a base di PTFE vengono trasferite alle superfici opposte. Questo trasferimento conferisce alle strisce le caratteristiche proprietà antiusura e di basso attrito.

Strisce in POM composito

Le strisce in POM composito di SKF sono dotate di alveoli sulla superficie di strisciamento (fig. 3), che fungono da serbatoi di grasso e devono essere riempiti di grasso prima dell'installazione. Tali predisposizioni rendono queste strisce idonee per le applicazioni che richiedono minime attività di manutenzione in condizioni operative critiche, ad esempio in ambienti contaminati in cui il lubrificante non può essere erogato ad un ritmo costante oppure di frequente. Nonostante il design compatto, le strisce in POM composito possono sopportare carichi pesanti e sono meno sensibili al disallineamento. Sono idonee sia per le applicazioni con movimenti rotatori od oscillatori lenti.

Le strisce in POM composito sono formate da un'armatura in lamiera d'acciaio su cui viene sinterizzato uno strato di bronzo-stagno con spessore da 0,2 a 0,4 mm. La caratteristica principale di queste strisce è costituita dallo strato di copertura relativamente spesso (0,3 mm) di resina acetalica (POM, poliossimetilene) con additivi. Questo strato di copertura è dotato di alveoli di ritenzione del grasso ed è saldamente ancorato allo strato in stagno/bronzo sinterizzato (fig. 4).
Lo spessore dello strato di copertura rende queste strisce meno sensibili al disallineamento e alle sollecitazioni perimetrali ad esso associate.

SKF logo