Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

Dati sui cuscinetti

Specifiche dimensionaliDimensioni d'ingombro:
ISO 12240-2:1998

Tolleranze
ISO 12240-2:1998 (tabella 1)

Materiali

Anelli interno ed esterno: acciaio rettificato e sottoposto a tempra di profondità
Superficie di scorrimento dell'anello interno: cromatura dura e strato di grasso a base di olio minerale, addensato con sapone di litio

Lo strato di scorrimento in polimero rinforzato con fibra di vetro e contenente PTFE viene stampato a iniezione sull'anello esterno (fig. 1)

Gamma di temperature di esercizio ammissibili

da -40 a +75 °C (-40 to +165 °F), per brevi periodi fino a +110 °C (+230 °F);
capacità di carico ridotta a temperature oltre +50°C (+120 °F); 

Per ulteriori informazioni, rivolgetevi al servizio di ingegneria dell'applicazione della SKF.



Gioco interno radiale, precarico

Nei singoli snodi sferici a contatto obliquo, il gioco interno si ottiene solo a montaggio avvenuto e dipende dalla registrazione rispetto ad un secondo cuscinetto, che realizza il vincolo assiale in senso opposto. Gli snodi sferici a contatto obliquo, di norma, vengono montati in coppie, in disposizione ad "O" (fig. 2) oppure a "X" (fig. 3). Questi snodi vengono registrati uno contro l'altro spostando assialmente un anello dello snodo, finché non si ottiene un carico specifico sul cuscinetti di 10 N/mm2. Questo precarico consente di evitare alcune deformazioni che si verificano tipicamente sotto carico e dopo un breve periodo di esercizio. Quando si registra una nuova disposizione di cuscinetti per la prima volta, il carico specifico di 10 N/mm2 si ottiene quando il momento di attrito e la forza di precarico assiale rientrano nella gamma riportata nella tabella 2.
SKF logo