Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

Disposizione dei cuscinetti

Disposizioni ad "O"

Nelle disposizioni di cuscinetti ad "O" (fig. 1) le linee di azione del carico divergono lungo l'asse del cuscinetto. I carichi assiali sono ammessi in entrambe le direzioni, ma solo su un cuscinetto o un gruppo di cuscinetti in ogni direzione.

I cuscinetti montati in disposizione ad "O" consentono sistemi relativamente rigidi. L'ampia luce tra i centri effettivi dei cuscinetti rende queste disposizioni ideali per supportare carichi momentanei.

Disposizioni a "X"

Nelle disposizioni di cuscinetti a "X" (fig. 2) le linee di azione del carico convergono lungo l'asse del cuscinetto. I carichi assiali sono ammessi in entrambe le direzioni, ma solo su un cuscinetto o un gruppo di cuscinetti in ogni direzione.

Data la piccola luce tra i centri effettivi dei cuscinetti, le disposizioni a "X" sono meno adatte per i carichi momentanei, rispetto a quelle ad "O".

Disposizioni in tandem

L'impiego di disposizioni in tandem consente una maggiore capacità di carico assiale e radiale, rispetto ai cuscinetti singoli. Nelle disposizioni in tandem (fig. 3), le linee di azione del carico sono parallele, quindi i carichi radiali e assiali vengono distribuiti equamente.

Questi gruppi di cuscinetti sono in grado di sopportare carichi assiali che agiscono in una sola direzione. Se i carichi assiali agiscono in ambo le direzioni, oppure sono presenti carichi combinati, è necessario prevedere un ulteriore cuscinetto montato in opposizione rispetto alla coppia in tandem.

Esempi

I cuscinetti a semplice effetto per montaggio universale possono essere disposti in diversi modi, in base ai requisiti dell'applicazione per rigidezza e carico. Le disposizioni possibili sono illustrate nella fig. 4, compresi i suffissi di denominazione per i gruppi di cuscinetti appaiati.

Se non è possibile evitare il disallineamento tra le posizioni dei cuscinetti, è consigliabile optare per disposizioni di cuscinetti a "X". Sono infatti meno sensibili al disallineamento rispetto alle disposizioni a "O".

Per aumentare al massimo la rigidezza o la capacità di carico di un gruppo di cuscinetti in una particolare direzione, si opta, solitamente per combinazioni di disposizioni in tandem con disposizioni a "O" oppure a "X". Un caso di questo tipo è rappresentato, ad esempio, dalle applicazioni in cui è necessario supportare viti a ricircolo di sfere maggiorate, precaricate, verticali o a sbalzo.

SKF logo