Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

cookie_information_popup_text_2[77]

Vincolo radiale dei cuscinetti

Se desidera sfruttare appieno la capacità di carico di un cuscinetto, i suoi anelli o ralle devono essere supportati su tutta la circonferenza e per l'intera larghezza della pista. L'appoggio, che deve essere solido e uniforme, può essere assicurato da una sede cilindrica o conica oppure, nel caso delle ralle, da una superficie piana. Ciò impone che le sedi siano prodotte secondo classi di tolleranza adeguate e che non siano interrotte da scanalature, fori o altro, a meno che non debbano essere predisposte per il metodo dell'iniezione d'olio. Questa condizione è particolarmente importante per cuscinetti Super-precision con anelli relativamente sottili, che tendono a riprodurre la sagoma della sede sull'albero o nell'alloggiamento. Gli anelli inoltre devono essere fissati saldamente, per evitare rotazioni sopra o dentro le sedi sotto carico.
In generale, un vincolo radiale soddisfacente e un supporto adeguato si possono ottenere solo calzando gli anelli con un grado di interferenza appropriato. Anelli non fissati correttamente o fissati in maniera inadeguata, di solito, causano il danneggiamento dei cuscinetti e dei componenti di accoppiamento. Tuttavia, quando sono richieste procedure di montaggio e smontaggio semplici o la libertà di movimento assiale (come nel caso dei cuscinetti per la posizione libera), tale interferenza non si può adottare sempre. Quando è necessario un accoppiamento libero, in applicazioni in cui normalmente sarebbe opportuno uno accoppiamento con interferenza, bisogna prendere speciali precauzioni per limitare l'usura da contatto, che risulta inevitabilmente dalla rotazione dell'anello del cuscinetto nella sua sede. Per fare ciò, si possono, ad esempio, temprare la sede e gli spallamenti del cuscinetto.
SKF logo