Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

cookie_information_popup_text_2[77]

Rigidezza di sistema

La rigidezza dei sistemi nelle applicazioni delle macchine utensili è estremamente importante, perché la deflessione sotto carico influenza in maniera determinante la precisione di lavorazione. La rigidezza dei cuscinetti è soltanto uno dei fattori che influiscono sulla rigidezza del sistema. Altri fattori sono:
  • rigidezza dell'albero
  • sporgenza dell'utensile
  • rigidezza dell'alloggiamento
  • numero e posizione dei cuscinetti e influenza degli accoppiamenti
Di seguito sono riportate alcune linee guida generali da applicare nella progettazione di applicazioni di precisione ad alta velocità:
  • Selezionare il maggior diametro possibile per l'albero.
  • Ridurre al minimo la distanza tra la posizione del cuscinetto sul lato lavoro e il puntale del mandrino.
  • Mantenere breve la distanza tra i due gruppi di cuscinetti (fig. 1). Un valore di riferimento per la spaziatura è:

    l ≈ 3 … 3,5 d

    dove
    l=distanza tra la prima corona di cuscinetti sul lato di lavoro e la corona più arretrata sul lato opposto
    d=diametro foro cuscinetto sul lato di lavoro
Il diagramma 1 fornisce una panoramica sulla rigidezza relativa di diverse disposizioni di cuscinetti. Per dettagli sulle serie dei cuscinetti, fare riferimento alla sezione Sistema di denominazione nelle specifiche sezioni di prodotto. II confronto si basa su cuscinetti precaricati con foro da 100 mm sul lato di lavoro e da 90 mm sul lato opposto. Questi valori di riferimento non possono sostituire calcoli di precisione della rigidezza di sistema. Nei casi in cui d > 100 mm, rivolgersi al servizio di Ingegneria d'Applicazione SKF.
SKF logo