Cookie sul sito web SKF

SKF usa i cookie sui suoi siti web per allineare il più possibile le informazioni in base alle preferenze dei visitatori, come ad esempio paese e lingua.

Acconsenti ai cookie SKF?

VIB1: Corso base sull’analisi vibrazionale.

Descrizione del corso

L’analisi vibrazionale rappresenta un potente strumento di manutenzione predittiva. Si tratta di un corso di primo livello, dove viene introdotto l’argomento ed è illustrata la modalità di acquisizione dei dati con la creazione di un apposito database. Lo scopo è riconoscere, tramite l’analisi degli spettri, i più comuni danneggiamenti o malfunzionamenti delle macchine rotanti. Tutti i concetti esposti sono messi in pratica con l’ausilio di un banco prova, sul quale è possibile simulare tutte le principali anomalie di funzionamento riscontrabili con l’analisi vibrazionale.


A chi è indirizzato

Operatori e responsabili di manutenzione, ispettori di manutenzione, operatori di affidabilità, consulenti tecnici.


Durata

2 giorni


Obiettivi

  • Apprendere i vantaggi dell’analisi vibrazionale.
  • Impostare un database per l’acquisizione dei dati ed essere in grado di eseguire correttamente un’acquisizione.
  • Essere in grado di riconoscere le principali anomalie di un macchinario mediante l’analisi spettrale.



Programma

Introduzione alle principali tipologie di manutenzione
• A rottura, Preventiva, su condizione (Condition Monitoring)
• Tempo medio di rottura (MTBF)

Basi teoriche delle vibrazioni
• Fenomeno fisico
• Periodo, frequenza e ampiezza della vibrazione
• Parametri fondamentali: accelerazione, velocità, spostamento
• Unità di misura fondamentali e conversione
• Dominio del tempo e della frequenza
• Frequenza naturale, risonanza e velocità critiche

Acquisizione dati
• Strumentazione, Trasduttori, Sensori di prossimità
• Corretto montaggio e posizionamento dei sensori
• Frequenza massima e tempo di acquisizione
• Riconoscimento di dati errati
• Danneggiamento di cavi e connettori
• Gestione dei dati su PC e relativi software

Processamento segnali
• Applicazione della FFT (Fast Fourier Transform)
• Tipi di medie: lineare, sincrona, esponenziale
• Range dinamico

Condition Monitoring
• Predisposizione database su PC e impostazione allarmi
• Tecnologie alternative: analisi lubrificanti, termografia, analisi elettriche

Analisi danneggiamenti
• Analisi dello spettro, armoniche, bande laterali
• Sbilanciamento, disallineamento, allentamenti meccanici
• Usure cuscinetti volventi
• Zona di carico e microcricche
• Frequenze caratteristiche dei cuscinetti
• Tecnica dell’inviluppo

Prove pratiche in sala dimostrativa
• Software SKF @ptitude Analyst
• Analizzatore di spettro SKF Microlog
• Utilizzo archivio cuscinetti
• Creazione di un database per macchine comuni (motore, ventilatore, ecc)
• Acquisizione dei dati vibrazionali mediante l’uso del rotor-kit dimostrativo
• Trasferimento dati da Microlog a PC e viceversa
• Analisi dei dati acquisiti ed esempi di diagnostica



SKF logo